Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione POLICY

Un mostro che si chiama Ebola

primi sui motori con e-max

Padre NataleDalla Sierra Leone giungono, ormai da giorni, notizie drammatiche: i casi di Ebola si moltiplicano e il presidente Ernest Bai Koroma ha dichiarato lo stato di emergenza sanitaria.

Padre Natale, appena rientrato in Sierra Leone ha confermato ciò che si legge sui giornali: l’Ebola si sta diffondendo anche nei luoghi dove la nostra Associazione è presente con numerosi progetti.

Il numero dei casi riscontrati, e purtroppo delle vittime, è in costante crescita; non esistono né cure né vaccini e la soluzione più efficace è la quarantena per gli infettati al fine di limitare il contagio.

Le speranze di vita per chi contrae il virus  sono veramente limitate, la mortalità sfiora il 90%, e, non esistendo cura,  ciò che si potrebbe fare per tentare di salvare una vita è fornire sostegno all’organismo attraverso flebo di liquidi, elettroliti e anche trasfusioni. In Sierra Leone è tutto più difficile, gli ospedali non sono attrezzati e i mezzi a disposizione sono limitati tanto che anche un semplice gesto di prevenzione come il lavarsi le mani con un normale detergente in molti villaggi può essere un’impresa impossibile. 

Don Giuliano Faralli, presidente della Associazione,  ha annunciato che il viaggio previsto per Ottobre sarà rimandato a causa della situazione attuale. Nonostante la cancellazione del viaggio, sarà fornito dall’Italia tutto l’aiuto possibile e proprio grazie al continuo scambio di informazioni, si avrà modo di inviare ciò che più è necessario a quella povera gente.

A fine luglio, durante il soggiorno a Castiglion Fiorentino, Padre Natale, ospite della nostra Associazione aveva ricordato che grazie agli aiuti dei Benefattori sono nati tanti piccoli ed efficaci progetti che hanno migliorato la vita di molte persone. Piccoli progetti che uniti insieme sono un grande aiuto, ma adesso il popolo della Sierra Leone deve affrontare una situazione di emergenza  ed ha ancora più bisogno del Nostro prezioso sostegno, lo stesso Padre Natale, ci chiede di pregare perché l’epidemia non si espandi ulteriormente.

Copyright © 2009-2015 - solidarietà in buone mani - Manciano Castiglion Fiorentino (Ar) - Tel 0575 - 65.30.05 cell. 338.640.636.2
All Rights Reserved solidarietainbuonemani.it                                    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.